venerdì 21 settembre 2018

martedì 18 settembre 2018

sabato 8 settembre 2018

martedì 4 settembre 2018

venerdì 31 agosto 2018

mercoledì 29 agosto 2018

mercoledì 22 agosto 2018

venerdì 17 agosto 2018

giovedì 9 agosto 2018

giovedì 2 agosto 2018

martedì 31 luglio 2018

La Lavanda dei Piedi di Cristiano Ronaldo


Dopo la quinta giornata di campionato Cristiano Ronaldo, il Maestro, chiamò a se i compagni di squadra, i suoi discepoli, e li riunì nel luogo canonico, lo spogliatoio, come era consuetudine. Una volta entrati però i discepoli cominciarono come al solito a discutere animatamente su chi di loro fosse stato il migliore in campo e dovesse quindi sedere vicino al Maestro, alla sua destra. Tali dispute cominciavano ad essere troppo frequenti dopo le partite e rischiavano di rovinare l’atmosfera dello spogliatoio e così il Maestro decise di porre fine all’ennesima discussione recitando la famosa frase: “Gli ultimi saranno i primi”. I discepoli non capirono e quindi il Maestro decise di rispondere con i fatti a quest’ultima umiliante scenata che portava discredito al buon nome della squadra. Dopo aver detto loro come sia il più grande colui che si renderà schiavo del suo Maestro, si alzò dal suo posto, si tolse la casacca bianconera, prese degli asciugamani griffati con le sue iniziali e li diede ai suoi discepoli dicendo loro di metterseli attorno alla vita. Quindi versò dell'acqua in un catino che diluì con il miglior detergente per il corpo da lui sponsorizzato e lo diede loro. Dopo averli istruiti a dovere, i discepoli si misero a lavargli i piedi e ad asciugarglieli con gli asciugamani che gli erano stati dati. Ad un tratto si avvicinò il giovane discepolo Dybala che lo apostrofò: «Maestro, io lavo i piedi a te!?». Rispose Ronaldo: «Quello che fai, tu ora non lo capisci, ma lo capirai dopo». Al che Dybala disse: «Non ti laverò mai i piedi!». E Ronaldo: «Se non li laverai, non avrai partita con me». Con la prospettiva della panchina davanti a se Dybala si scusò: «Maestro, non solo i piedi, ma anche le mani e il capo!». Soggiunse Ronaldo: «Chi ha fatto la doccia e si è lavato con i prodotti da me sponsorizzati, non ha bisogno di lavarsi se non i piedi ed è tutto mondo; voi siete mondi, ma non tutti». Egli sapeva infatti che nello spogliatoio la sua figura così ingombrante avrebbe potuto creare tensioni, per questo disse loro: «Non tutti siete mondi» facendo intravedere che qualcuno, in futuro, avrebbe potuto tradirlo, e recare danno alla sua immagine e alla società. Quindi, una volta terminato quello che d’ora in avanti sarebbe stato meglio conosciuto come il “Rito della Lavanda dei Piedi di Cristiano Ronaldo”, il Maestro prese il suo completo griffato, si vestì e si ingellò i capelli con la crema da lui sponsorizzata rimirandosi allo specchio. Poi sedette di nuovo e disse loro: “Sapete ciò che mi avete fatto? Voi mi chiamate Maestro e Signore del Goal e dite bene, perché lo sono dopo 5 palloni d’oro. Se dunque voi, miei discepoli, avete lavato i miei piedi, anche voi dovete lavarvi i piedi gli uni gli altri. Vi ho dato infatti l'esempio, perché come ho fatto io facciate anche voi e possiate così avvicinarvi a me »

Schiavitù


mercoledì 25 luglio 2018

martedì 24 luglio 2018

Ispirazione...

Rodrigo "the Terminator" Duterte, President of the Philippines

This mural of President Rodrigo Duterte is a prominent fixture along Pope John Paul Avenue in Cebu City | via Aldo Nelbert Banaynal  https://www.facebook.com/thefreemannews/photos/a.140084012725307.30737.125657870834588/2060968843970138/?type=3&theater